NEWS-CIAM - Cattolici Italiani A Mosca

Vi segnaliamo

News

LETTERA DI RINGRAZIAMENTI PERVENUTA ALLA CAPPELLANIA ITALIANA
DALLA COMUNITA' DI SANT'EGIDIO DI MOSCA

 

TURISMO DELLE RADICI
UNA RICERCA DELLA FONDAZIONE MIGRANTES PER LO STUDIO DELLE RADICI, L’IDENTITA’ E IL SENSO DI APPARTENENZA 

INDAGINE CON QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI EMIGRATI ALL’ESTERO DA OLTRE VENTI ANNI E DI ORIGINE ITALIANA

La
Fondazione Migrantes è un organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana istituito il 16 ottobre 1987. Un precedente organismo, creato nel 1965 con finalità analoghe, era denominato Ufficio Centrale per l'Emigrazione Italiana (U.C.E.I.).

Le finalità perseguite da questo organismo pastorale sono molteplici. Tra le principali vi sono quelle di accompagnare e sostenere le Chiese particolari nella conoscenza, nell'opera di evangelizzazione e nella cura pastorale dei migranti, italiani e stranieri, per promuovere nelle comunità cristiane atteggiamenti e opere di fraterna accoglienza nei loro riguardi, per stimolare nella società civile la comprensione e la valorizzazione della loro identità in un clima di pacifica convivenza, con l'attenzione alla tutela dei diritti della persona e della famiglia migrante e alla promozione della cittadinanza responsabile dei migranti.

Le persone, cui si rivolge l'attività della Fondazione, sono i singoli, le famiglie e le comunità coinvolte dal fenomeno della mobilità umana, e in modo particolare:
- gli immigrati stranieri;
- i migranti interni italiani;
- i rifugiati, i profughi, gli apolidi e i richiedenti asilo;
- gli emigrati italiani;
- la gente dello spettacolo viaggiante;
- i Rom, Sinti e nomadi.

A Don Giampiero Caruso che è il responsabile della MCI Missione Cattolica Italiana a Mosca, nonché Cappellano della comunità dei fedeli cattolici italiani presenti a Mosca, è pervenuta di recente, dalla Fondazione Migrantes, una richiesta di aiuto e collaborazione alla divulgazione di  questa interessante ricerca.
Il tema oggetto della ricerca è il “Turismo delle Radici”. L’indagine si rivolge a un pubblico ben definito, emigrato da diversi anni (oltre 20), italo-discendente che è più difficile da trovare in alcune delle realtà territoriali extraeuropee. In particolare, lo studio riguarda le radici, l'identità, il senso di appartenenza, il rientro nei luoghi della memoria. Questo tema, purtroppo, sta diventando sempre più strettamente economico e si sta allontanando dal sentire e dalla sensibilità dell'uomo.

La Fondazione Migrantes ha scelto di far parte di questo progetto perché l'équipe è composta da ricercatori - Riccardo Giumelli, Giuseppe Sommario, Marina Gabrieli e Delfina Licata - che da diversi anni lavorano insieme condividendo la necessità di partire dalla persona migrante e di arrivare alla persona migrante.

Il gruppo di ricercatori sente forte il bisogno di mettere in evidenza come queste radici, questa identità siano ancora profondamente cristiane, elemento sicuramente da recuperare, valorizzare e a volte da ricostruire.

La ricerca ha messo a punto un questionario in sei lingue, ovviamente anonimo, che potete trovarlo a questo link: https://turismo-delle-radici.typeform.com/to/XPgnLR?fbclid=IwAR1Nelj0OtXQD9d99TwBlfRzeXyf42Hv2OqHu0O39htGspMdQHuuZOhz65U

Questa ricerca in particolare, per motivi tecnici-metodologici, avrà senso quanto più il campione è diffuso e numericamente ampio.
Grazie per il vostro aiuto.

Demetrio Francesco Serranò

Segreteria per la comunicazione
CIAM Cattolici Italiani A Mosca – Cappellania italiana


NUOVA ENCICLICA DEL SANTO PADRE
Firma_terza_enciclica_ad_Assisi

Il 3 ottobre 2020 il Papa Francesco, durante una visita ad Assisi, ha firmato la sua nuova terza enciclica, dal titolo: “Fratelli tutti” sulla fraternità e l'amicizia sociale.
Oggi 4 ottobre, giorno in cui si celebra la festa di San Francesco d’Assisi, il testo dell’enciclica è stato pubblicato dalla Santa Sede e da LEV (Libreria Editrice Vaticana).

Cliccando sul link sottostante, si può scaricare il testo della lettera salvato in formato PDF: 
Enciclica_Fratelli_tutti_del_3_ott_2020.pdf


"Maria è una sorgente viva di speranza"

   Lettera dell'Arcivescovo Mons. Paolo Pezzi all'inizio dell'anno pastorale 2020-2021

8-1
 

Il 23 settembre è stato pubblicato sul sito web dell’Arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca, il testo della lettera pastorale dell’Arcivescovo Mons. Paolo Pezzi redatta per il nuovo anno pastorale 2020-2021.
Il messaggio, dal titolo: “
Maria è una sorgente viva di speranza” si compone di varie riflessioni ed esortazioni, rivolte a tutti i fedeli, ai parroci e religiosi della diocesi.
Il testo originale della lettera pastorale è in russo ed è stato tradotto in italiano dalla redazione del nostro sito web della Cappellania con l’ausilio di un traduttore automatico disponibile on-line sulla rete Internet. 

Per la lunghezza del testo originale scritto, da noi riformattato nel carattere e con una nuova impaginazione grafica, vi suggeriamo di scaricare sul vostro dispositivo, computer, tablet o smartphone il file di testo salvato già in formato PDF per poter effettuare una lettura attenta, meditata e completa della lettera pastorale.

Lettera_pastorale_Arcivescovo_x_A_P_2020-21.pdf
 


Anno della Beata Vergine Maria
Madre della Parola di Dio
(25 marzo 2020 - 25 marzo 2021)


16(7)

Lettera pastorale dell'Arcivescovo di Mosca.

Il 25 marzo è stato pubblicato sul sito web dell’Arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca, il testo integrale della lettera pastorale dell’Arcivescovo Mons. Paolo Pezzi redatta proprio nel giorno della Festa dell'Annunciazione di Maria per "annunciare" l'anno dedicato alla Beata Vergine Maria - Madre della Parola di Dio.

Il messaggio,
si compone di varie riflessioni ed esortazioni, rivolte a tutti i sacerdoti, religiosi e fedeli della diocesi. Il tema della lettera è incentrato sulla figura della Beata Vergine Maria, Madre della Parola.
Nella lettera pastorale viene comunicato, all'inizio del messaggio, che durante questo anno ci sarà un pellegrinaggio dell'icona della Vergine di Fatima, chiamata "L'unità da te" nelle parrocchie russe.

Il testo originale della lettera pastorale è in russo ed è stato tradotto in italiano dalla redazione del nostro sito web della Cappellania con l’ausilio di un traduttore automatico disponibile on-line sulla rete Internet. Pertanto, ci scusiamo in anticipo se in qualche paragrafo si individuano errori di lessico e alcune imprecisioni per errata traduzione dal russo.

Per la lunghezza del testo originale scritto, riformattato nel carattere e con una nuova impaginazione grafica, vi suggeriamo di scaricare sul vostro dispositivo, computer, tablet o smartphone il file di testo salvato già in formato PDF per poter effettuare una lettura attenta, meditata e completa della lettera pastorale.

Cliccare sopra il testo per aprile e scaricare il file:

Sfondo_News_COVID-19

Pubblichiamo l'intervista fatta all'Arcivescovo di Mosca Mons. Paolo Pezzi risultato positivo al Coronavirus

Sono ancora in vigore nella città di Mosca le norme anti Covid-19 per contrastare la diffusione dell'infezione. Le norme obbligano tutti i cittadini di indossare maschera e guanti sui mezzi pubblici, nelle cliniche, nei negozi e in altri luoghi dove ci sono molte persone e di mantenere una distanza sociale. 
Per l'ingresso dei fedeli in chiesa è necessario indossare la maschera ed i guanti e mantenere una distanza sociale di 1,5 m. 

 
Avviso_dispositivi_protezione